News

Touch Ottico e Capacitivo: tecnologie a confronto

Oggi parliamo delle due tipologie di touch maggiormente utilizzate nel mondo del Digital Signage, cioè quella Capacitiva e quella Ottica approfondendo i pro e i contro di entrambe.

Il funzionamento di un touch screen di tipo capacitivo è basato su un vetro rivestito sul lato interno da strati conduttivi che, dal momento in cui avviene lo sfioramento con le dita (o con qualsiasi oggetto conduttivo), avverte un’alterazione del campo elettrico. Tale alterazione è subito rilevata e gestita dal software di gestione che assegna le coordinate del tocco.
I vantaggi di questa tecnologia sono rappresentati dalla massima protezione dello strato in vetro che protegge la tecnologia e garantisce una resistenza maggiore all’usura nel tempo. Un altro dei vantaggi di tali dispositivi touch è la notevole semplicità d’utilizzo dovuta all’ottima sensibilità di questi display che non necessitano di forti pressioni per funzionare ma necessitano solo di un lieve sfioramento. Al contrario dei touch screen ottici è immune ai cambiamenti di luminosità ambientale, consente il rilevamento della quantità di pressione sul touch e permette di realizzare dispositivi con forme all-flat.

Il display touch screen capacitivo oltre che dei vantaggi presenta anche degli svantaggi che sono rappresentati da un costo superiore e da una minore trasparenza rispetto quello ottici.

I touch screen realizzati con tecnologia ad infrarossi, invece, sono costituiti da un vetro circondato da una serie di diodi e di sensori posizionati lungo i bordi dello schermo. Vengono emesse sequenze di impulsi dai led fino a formare una invisibile rete di raggi luminosi davanti alla superficie del pannello. Quando questa maglia viene interrotta da un oggetto solido, il circuito elettronico invia le coordinate al controller. Questa tecnologia ha il vantaggio di offrire schermi molto trasparenti ed ha stabilità di calibrazione eccellente. Come svantaggi presenta scarsa velocità di risposta al tocco, problemi con cambi di luminosità e con dita che disegnano traiettorie che si incrociano (occlusion). Il posizionamento degli illuminatori lungo i bordi richiede una cornice che sporge dallo schermo di alcuni millimetri.

Per ulteriori approfondimenti al tema o per provare i nostri prodotti non esitate a contattarci.




Hanno scelto le nostre soluzioni interattive