News

Come sta cambiando la comunicazione digitale nello stand in fiera?

La Digital Signage, o segnaletica digitale, sta trovando sempre più apprezzamento nelle esposizioni commerciali di tutto il mondo. Si sta affermando come uno strumento di comunicazione indispensabile soprattutto per i punti vendita. Non dobbiamo stupirci se fra poco meno di dieci anni il digitale manderà in pensione la stampa, la rivoluzione è già in atto.

La Digital Signage risulta ideale soprattutto per gli eventi, come le fiere di settore, in quanto è possibile utilizzarla anche solo per un limitato periodo di tempo in modo da avere il supporto necessario per la fiera. È così versatile che può essere utile sia per aziende che organizzano esposizioni di grandi dimensioni e sia per quelle in possesso di stand più piccoli.

I vantaggi per entrambi sono gli stessi, ma uno su tutti è che la Digital Signage è molto più adattabile ed efficiente rispetto alla stampa poiché lo spazio in stand di solito è limitato. Per esempio se la vostra strategia di comunicazione in fiera prevede che un messaggio incluso in una ventina di manifesti di grandi dimensioni – con conseguente creazione, montaggio, immissione e quindi ulteriori costi aggiuntivi – si può pensare ad una soluzione unica con un monitor digitale che consente solo una operazione di innesto ma con infinite varianti di divulgazione del messaggio.

Solitamente i contenuti previsti in fiera nelle digital signage sono:

  • Informazioni sugli eventi
  • Informazioni sul brand
  • Messaggi sponsorizzati (o spot pubblicitari)
  • Informazioni di navigazione (quali mappe wayfinding)
  • Tutorial

Questo fa si che sia un potente strumento di presentazione per catturare potenziali clienti. Infatti la segnaletica digitale è stata progettata proprio per convincere la gente a fermarsi e visualizzare lo schermo. I venditori possono quindi utilizzare lo schermo come un punto di partenza per poi approfondire con un colloquio. Proprio per questo occorre concepire lo strumento non un semplice schermo ma piuttosto come un venditore virtuale.

Ad esempio una delle forme più popolari di Digital Signage in fiera è l’Android Freestanding Poster. Si tratta di un totem multitouch che non richiede la presenza di uno stand. Esso è in grado di visualizzare una vasta gamma di supporti diversi. Invece se si desidera una schermata di Digital Signage su una scala più ampia, allora è consigliabile un video wall per creare un grande impatto visivo. Le pareti video possono essere configurate in molti modi diversi per adattarsi allo spazio piano che si dispone.

Anche il touchscreen sta diventando essenziale per la fiera: ha la capacità di coinvolgere e interagire con le persone in maniera coinvolgente.

Il touchscreen, inoltre, si può utilizzare in ottica di Wayfinding, cioè l’atto di sapere dove ci si trova in un ambiente e scoprire dove si vuole andare.

Adottato in stand presenta due grandi vantaggi:

  1. Se usato correttamente permette di educare e informare gli utenti da soli su un particolare servizio o prodotto mantenendo il cliente impegnato nel processo.
  2. Ha un grande potenziale per la raccolta dati. Ad esempio se si vuole condurre una ricerca di mercato nei visitatori all’evento o supporto, il touchscreen è ottimo per raggiungere questo obiettivo in modo non intrusivo.

Pertanto non importa ciò che si sta esibendo, o per quanto tempo, ogni azienda è in fiera per attirare l’attenzione del pubblico e l’impiego della Digital Signage oggi rappresenta il modo più efficace per farlo.




Hanno scelto le nostre soluzioni interattive